Arredamenti Martinel

Infiniti

Pointbreak Infiniti

Prezzo a partire da € 1.692,00 € 2.257,00
Pointbreak Infiniti
CLICCA LA FOTO PER INGRANDIRE
PAGAMENTO SICURO
PRODOTTI ORIGINALI
Infiniti

Pointbreak Infiniti

Prezzo a partire da € 1.692,00 € 2.257,00

Design: Piervittorio Prevedello

il tavolo Pointbreak è rettangolare allungabile, il suo design elegante si adatta a cucine contemporanee. Due sono i colori che si inseriscono bene ovunque Telaio in alluminio verniciato opaco. Piano in vetro satinato e prolunga in MDF laccato.

Finitura struttura:

Alluminio verniciato ...

Altre informazioni

Design: Piervittorio Prevedello

il tavolo Pointbreak è rettangolare allungabile, il suo design elegante si adatta a cucine contemporanee. Due sono i colori che si inseriscono bene ovunque Telaio in alluminio verniciato opaco. Piano in vetro satinato e prolunga in MDF laccato.

Finitura struttura:

Alluminio verniciato goffrato bianco opaco

Alluminio verniciato grigio luce fine

Alluminio verniciato rosso ossido fine

Finitura piano e prolunga:

Fenix bianco allunga MDF bianco

Fenix grigio chiaro allunga MDF grigio chiaro

Fenix bordeaux allunga MDF bordeaux

Dimensioni:

120/180 x 80 x h 75 cm

150/210 x 90 x h 75 cm

Altre informazioni




Design: Piervittorio Prevedello

il tavolo Pointbreak è rettangolare allungabile, il suo design elegante si adatta a cucine contemporanee. Due sono i colori che si inseriscono bene ovunque Telaio in alluminio verniciato opaco. Piano in vetro satinato e prolunga in MDF laccato.

Finitura struttura:

Alluminio verniciato goffrato bianco opaco

Alluminio verniciato grigio luce fine

Alluminio verniciato rosso ossido fine

Finitura piano e prolunga:

Fenix bianco allunga MDF bianco

Fenix grigio chiaro allunga MDF grigio chiaro

Fenix bordeaux allunga MDF bordeaux

Dimensioni:

120/180 x 80 x h 75 cm

150/210 x 90 x h 75 cm

Infiniti

Nato nel 2008 dal Gruppo OMP, Infiniti è un brand di complementi d’arredo per la casa ed il contract. Lo status dinamico del brand guida la scelta di prodotto ed ispira un «fare arredamento» alternativo nel design, nei materiali e nelle ispirazioni, guardando ai trend di mercato e cercando al tempo stesso di influenzarlo. Infiniti parla ad un pubblico mondiale e trasversale, per età, cultura e attitudine. Comunica colore, curiosità ed interesse a conoscere il mondo per arredarlo con sapienza e gusto italiano.

La produzione è sita in 3 stabilimenti produttivi, tutti nel raggio di 6 km dalla sede principale, dove si producono plastica, acciaio e legno.

Piervittorio Prevedello

Si laurea in Architettura allo Iuav di Venezia nel 1987. Sin dal 1984 avvia una lunga e intensa collaborazione, più che decennale, con gli architetti Afra e Tobia Scarpa e Fabio Lombardo. In questo proficuo periodo di formazione professionale lavora sia a progetti di industrial design (dal concept iniziale per le strategie di prodotto, allo sviluppo progettuale, alla comunicazione ed agli allestimenti fieristici) per le più importanti aziende del settore: Unifor, B&B, Maxalto, Molteni, Flos e IB Office, sia a progetti di architettura industriale (polo produttivo del gruppo Benetton a Castrette di Villorba) e residenze private.

Frequenta un master di design alla Domus Accademy seguendo i corsi tenuti da Antonio Citterio, Ron Arad., Isao Hosoe, Denis Santachiara, Constantin Gricic, Maiko Hasuike e Stefano Giovannoni.Nel 1997 sviluppa la propria attività professionale occupandosi sia di industrial design che di architettura.

Nel 1998 inizia, nel ruolo di design consultant per la Bonaldo, un incarico rivolto alla industrializzazione di prodotti dell’intero nucleo abitativo: divani, letti e complementi d’arredo, in qualità sia di progettista (divani Pierrot, Demì, Tolomeo, Boston ed altri) che responsabile dello sviluppo di progetti di altri designers (Ron Arad, Karim Rashid, D’Urbino Lomazzi, Toshiyuki Kita, Mauro Lipparini e Dennis Santachiara).

Da diversi anni, con Luca De Carli, prosegue una collaborazione sulle tematiche legate allo sviluppo tecnico dei prodotti, sviluppando know out per le aziende.

Nel 2004, con lo pseudonimo di Glenn Thomas, vince il “The Good Award Design” Chicago Athenaeum, per il divano Pierrot.