Arredamenti Martinel

LA LIBRERIA CHE DIVIDE MA NON SEPARA

26 Ottobre 2021

Avvolte capita di sentirsi combattuti mentre si osserva il proprio openspace dalla porta di ingresso: ci sono giorni in cui vorresti creare un piccolo spazio che funga da ingresso con delle basi di appoggio altri giorni in cui la luce accogliente ti da il benvenuto a casa e ti piace così.

 

Ma c’è una semplice soluzione in grado di far tacere quella vocina insoddisfatta, delimitando gli ambienti in modo funzionale senza farti rinunciare alla piena luminosità e dando un tocco in più al tuo stile: la libreria posizionata come struttura divisoria bifacciale.

 

Complementi d’arredo creati e progettati per dare un tocco di design raffinato e al tempo stesso pratico per fare un po’ di ordine al caos di ogni giorno: sistemi modulari versatili e proposte innovative che garantiscono soluzioni creative e personalizzate di alta qualità.

Questa scelta è l’ideale per chi ha piccole metrature a cui dar risalto, ad esempio cucina e living in un unico ambiente: si crea una divisione tra le due zone, mantenendole luminose e ariose; oppure per soddisfare il desiderio comune di tutti coloro che si sono trovati in smart working: dar vita a un piccolo angolo work space nella zona giorno in cui lavorare in tranquillità.

Una libreria dal design originale e dalle linee semplici e leggere che si adatta agli arredi più moderni è Bistrol System di Poliform: progettata a partire dalla spalla portante, questo wall system è alleggerito da griglie sottili e dalla combinazione tra mensole e ante, con finiture capaci di dare carattere e stile a qualsiasi composizione.

 

Per creare un gioco di linee di design il modello Castle di Tonin Casa è l’ideale: una struttura simile a un castello di carta, leggera ed essenziale, che fonda la sua forza sugli spazi aperti e su triangoli di luce che invadono la presenza di metallo e legno, inoltre si modella a piacere, che sia posizionata in verticale o in orizzontale.

Se gli spazi sono un problema, la soluzione è il sistema modulare Elisabeth di Pacini & Cappellini: la possibilità di scegliere tra le composizioni e le varie finiture è il vero valore aggiunto e dona alla libreria un carattere dinamico, rendendola al tempo stesso molto versatile: grazie alla sua alternanza di ripiani grandi e piccoli è possibile creare un divisorio di diverse dimensioni e capienza.

 

Per chi punta tutto sull’effetto wow il complemento Joy di Zanotta è l’idea semplice ma vincente!

Ripiani rotanti con snodi su tubo d’acciaio che sorreggono i diversi piani d’appoggio dalle varie misure: una nuova ed ingegnosa tipologia di arredo dallo stile eccentrico, ma davvero funzionale.