Arredamenti Martinel

SCONTO SPECIALE ESTATE 2021
10% su tutto l'OUTDOOR direttamente in carrello
Riva

Laguna Riva 1920

Richiedi il prezzo per questo prodotto cliccando sul pulsante in fondo alla pagina.
Laguna Riva 1920
CLICCA LA FOTO PER INGRANDIRE
PAGAMENTO SICURO
PRODOTTI ORIGINALI
Riva

Laguna Riva 1920

Richiedi il prezzo per questo prodotto cliccando sul pulsante in fondo alla pagina.

Laguna è il nome del mio progetto per l’iniziativa Riva1920 che intende recuperare la poesia di queste “Briccole” ricollocandole nel loro ambiente naturale. Un progetto dedicato a Venezia e alla sua Laguna che cerca di isolare nel vetro questa presenza “silenziosa”, celebrandone l’effimera e “antica” realtà.

Finitura ...

Altre informazioni

Laguna è il nome del mio progetto per l’iniziativa Riva1920 che intende recuperare la poesia di queste “Briccole” ricollocandole nel loro ambiente naturale. Un progetto dedicato a Venezia e alla sua Laguna che cerca di isolare nel vetro questa presenza “silenziosa”, celebrandone l’effimera e “antica” realtà.

Finitura base:

Ferro laccato effetto Corten + laccatura trasparente opaca

Finitura struttura:

Cristallo

Finitura elemento centrale:

Briccola

Dimensioni:

298 x 100 x h 70 cm

 

Eventuali movimenti, crepe e mutamenti nelle condizioni del legno sono caratteristica imprescindibile di questi arredi e sono da imputare al naturale assestamento ed alle diverse condizioni ambientali. Si tratta di una caratteristica propria ed imprescindibile sinonimo di originalità e autenticità.

 

Altre informazioni


Laguna è il nome del mio progetto per l’iniziativa Riva1920 che intende recuperare la poesia di queste “Briccole” ricollocandole nel loro ambiente naturale. Un progetto dedicato a Venezia e alla sua Laguna che cerca di isolare nel vetro questa presenza “silenziosa”, celebrandone l’effimera e “antica” realtà.

Finitura base:

Ferro laccato effetto Corten + laccatura trasparente opaca

Finitura struttura:

Cristallo

Finitura elemento centrale:

Briccola

Dimensioni:

298 x 100 x h 70 cm

 

Eventuali movimenti, crepe e mutamenti nelle condizioni del legno sono caratteristica imprescindibile di questi arredi e sono da imputare al naturale assestamento ed alle diverse condizioni ambientali. Si tratta di una caratteristica propria ed imprescindibile sinonimo di originalità e autenticità.

 

Riva

C'era una volta il 1920, siamo in Brianza, in una piccola bottega a Cantù, un tranquillo artigiano lavora quotidianamente e con tanto amore e rispetto il legno. È un’arte la sua, arredi semplici, di eleganza raffinata. Questo artigiano era Nino Romano.

Gli anni passano e il lavoro continua sempre con più impegno valorizzando continuamente i processi produttivi.

Nel 1992 per la prima volta, Riva 1920 presenta, al Salone Internazionale del Mobile di Milano, la sua prima collezione. In questo frangente, Riva 1920 si fa conoscere in Italia e all’estero, è un inevitabile successo.

Intuito imprenditoriale, collaborazioni con architetti di fama internazionale e l’ingresso in azienda della quarta generazione Riva affiatata più che mai, hanno dato inizio all’evoluzione verso nuovi mercati, nuovi orizzonti nel pieno rispetto della filosofia aziendale che unisce funzionalità, estetica delle forme, senza dimenticare l’importanza del viver sano e sostenibile. L’azienda introduce, oltre che ai legni di riforestazione americani, i legni di riuso  quali il millenario Kauri della Nuova Zelanda, le Briccole della Laguna di Venezia e il Cedro del Libano; il legno infatti è una risorsa rinnovabile ma non infinita.

Nel 2010 ha termine il suggestivo edificio Riva Center, totalmente ricoperto di legno di larice, con 1200mq di Showroom che esalta l’essenza e l’unicità dei prodotti e un primo piano dedicato al Museo del Legno con oltre 4000 pezzi in esposizione.

Riva 1920, amore per la natura, ricerca di un’alta qualità della vita, unite a tradizioni, cultura, creatività, innovazione, artigianalità e tecnologia danno vita giornalmente a qualcosa di speciale, unico e senza tempo: questo è l’arredo firmato Riva 1920.

Riva 1920, vero legno naturale; Riva 1920 garanzia di un prodotto totalmente Made in Italy.

Paolo Piva

Paolo Piva inizia nel 1968 gli studi alla facoltà di architettura dell’Università di Venezia, occupandosi di ricera nel campo visuale e partecipando a mostre personali e collettive. 

Nel 1970 collabora alla realizzazione del progetto per il concorso "WIG 74" per conto della città di Vienna e al concorso sul monumento alla resistenza della città di Modena. Viene invitato all’Internazionalen Malerwochen in Retzhof-Graz (Austria). 
Nel 1975 collabora con l’Istituto di Storia e Architettura di Venezia e con l’Akademie für Angewandten Kunst di Vienna alla realizzazione di una grande mostra sulla Vienna del periodo socialista. Questa ricerca sfocerà nel 1980 nella mostra richiesta dal comune di Roma "Vienna rossa", curandone il libro-catalogo della mostra.
Nel 1980 su incarico del Kuwait progetta l’ambasciata del Kuwait nel Quatar e in Italia alcune architetture.
Nel 1981 progetta l’allestimento di alcune catene di negozi di abbigliamento.
Nel 1983 è invitato ad una serie di conferenze al P.D.C. di Los Angeles e si occupa del concorso di idee per la ristrutturazione del "Lingotto FIAT" di Torino.
Nel 1985 progetta la ristrutturazione della sede centrale della "C.Jourdan" a Parigi.
Nel 1986 progetta la ristrutturazione di "Palazzo Remer" a Venezia.
Nel 1987 è segnalato al XIII Premio Compasso d’Oro.
Dal 1988 è professore associato all’Akademie für Angewandten Kunst di Vienna dove dal 1991 è professore ordinario.