Arredamenti Martinel

Fiam

Babele Fiam

Prezzo a partire da € 1.851,00 € 2.177,00
Babele Fiam
CLICCA LA FOTO PER INGRANDIRE
PAGAMENTO SICURO
PRODOTTI ORIGINALI
Fiam

Babele Fiam

Prezzo a partire da € 1.851,00 € 2.177,00

Design: Massimo Morozzi

In vetro curvato e ripiani fissi, ecco 'Babele' la libreria. Il design è moderno, la linea elegante, è una bella colonna, è 'Babele' e porta la firma Fiam, una

garanzia nel mondo.

Finitura struttura:

Vetro trasparente

Dimensioni:

50 x 50 x h 204 cm ...

Altre informazioni

Design: Massimo Morozzi

In vetro curvato e ripiani fissi, ecco 'Babele' la libreria. Il design è moderno, la linea elegante, è una bella colonna, è 'Babele' e porta la firma Fiam, una

garanzia nel mondo.

Finitura struttura:

Vetro trasparente

Dimensioni:

50 x 50 x h 204 cm
Altre informazioni




Design: Massimo Morozzi

In vetro curvato e ripiani fissi, ecco 'Babele' la libreria. Il design è moderno, la linea elegante, è una bella colonna, è 'Babele' e porta la firma Fiam, una

garanzia nel mondo.

Finitura struttura:

Vetro trasparente

Dimensioni:

50 x 50 x h 204 cm

Fiam

1973, FIAM, la passione, il progetto: è l’inizio.

 

Vittorio Livi già da giovanissimo ama tutto del vetro, la sua solidità e fragilità,  la sua semplicità e complessità; lo ritiene un materiale ancestrale ma allo stesso tempo assolutamente innovativo, ecologico e molto pratico.

Nel mondo dell’arredo il vetro era utilizzato prevalentemente nella realizzazione di piccoli complementi od oggetti decorativi ma per il giovane Vittorio Livi è un materiale dalle grandi potenzialità, così il suo sogno prende forma: nasce FIAM, un tutt’uno con la sua passione, una fusione fra tradizione, innovazione, manualità, design e ricerca  per una continua scommessa commerciale e culturale.

Il vetro: il protagonista unico di arredi che stupiscono, affascinano, nulla segna il tempo, la loro unicità, presenza e moda resisteranno inalterate sempre ed ovunque.

 

Un team altamente qualificato di Maestri Artigiani segue le varie e complesse lavorazioni: argentatura, curvatura, decorazione, fusione, incisione, molatura e scolpitura,.

Ciascun professionista lavora in perfetta sintonia,, sa prevedere e trovare varie soluzioni ad ogni singolo caso per il controllo della forma e la buona riuscita dell’operazione di ciascun oggetto che viene realizzato grazie a tecnologie altamente sofisticate ed uniche.

In FIAM, il Maestro Artigiano è considerato autore del pezzo tanto quanto il Designer.

 

Con la figura del Designer, FIAM non ha limiti: è una scommessa, è il mettersi sempre in sfida per la realizzazione di qualsiasi idea.

FIAM raccoglie proposte e progetti, creando, se necessario, nuovi macchinari che posano permettere la loro realizzazione, qualche esempio: nel 1982, Massimo Morozzi propone il tavolino Hydra, qualche anno più tardi Philippe Starck, disegna il progetto del tavolo Illusion: nel primo caso nasce “Passer” la macchina capace di spingere l’acqua e polvere abrasiva ad una velocità di 1.00 mt/sec. , per il tavolo Illusion invece l’azienda ha dovuto creare l’impianto che potesse raggiungere i 1.000 gradi.

 

 

Per FIAM la settima generazione di impianti di curvatura è già passato, FIAM guarda sempre continuamente ed incessantemente al futuro così la sua sfida continua.

FIAM è apertura e disponibilità nell’accettare in qualsiasi momento audaci proposte, figure emergenti e nuovissime innovazioni di tecnologie e materiali ...

 

FIAM il magnifico sogno continua!

Massimo Morozzi

Massimo Morozzi, architetto e designer italiano co-fondatore di Archizoom, è il designer dell’espositore in vetro curvato FIAM Babele.

Morozzi nasce a Firenze nel 1941, ma ha vissuto e lavorato a Milano.

Co-fondatore del Gruppo Archizoom, ne rimane membro fino al 1972. Dal 1972 al 1977 si dedica al coordinamento del Centro Design Montefibre per lo sviluppo di prodotti tessili per arredamento, contribuendo a fondare le discipline del Design Primario.

Associato successivamente al gruppo CDM - Consulenti Design Milano - sviluppa progetti di immagine coordinata (Aeroporti di Roma) e di linee di prodotto (Louis Vuitton Parigi).

Nel 1982 apre uno studio indipendente e dirige la sua attenzione verso il settore del product design di oggetti di servizio per la casa e, più in generale, dei beni di largo consumo.